Salta navigazione principale

Messaggio dei dirigenti di Area

C’è davvero un modo migliore per condividere il Vangelo dell’essere visibilmente felici mentre lo viviamo?
Abbiamo un amorevole Padre nei cieli, che comprende che, durante le tempeste della nostra vita, abbiamo bisogno di un rifugio, di un porto sicuro dove poter andare a, un luogo dove sentirci protetti, al sicuro e salvi.
“E se gli uomini vengono a me, mostrerò loro la loro debolezza. [Poiché], se si umiliano dinanzi a me, ed hanno fede in me, allora farò in modo che le cose deboli divengano forti per loro”
One of the tools we have in the church to strengthen, unite, make plans, goals, pray, answer doctrinal questions and to have a joyful time is family home evening, where we can demonstrate Jesus Christ´s example.
Vi siete mai trovati in una situazione difficile sentendo di aver bisogno di ricevere guida dal Signore?
La vita è piena di incertezze ma una cosa è certa, ossia che noi tutti siamo invitati a venire a Cristo a prescindere da chi siamo e dalle nostre circostanze. Le Sue braccia sono tese e aperte per ognuno dei figli di Dio.
Prego che tutti noi, i santi del Signore, faremo della decima il fondamento della ricerca dell’autosufficienza materiale — e in sostanza spirituale.
Quando accettiamo Gesù Cristo quale nostro Salvatore, desideriamo conoscerLo meglio e seguire il Suo esempio
Un regime alimentare spirituale ideale deve comprendere esercizi spirituali regolari come la preghiera e lo studio delle Scritture quotidiani, il servizio, e anche il nutrimento spirituale settimanale.
Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Com’io vi ho amati, anche voi amatevi gli uni gli altri.
L'anziano Christopher Charles parla della gestione delle finanze personali, uno degli aspetti dell’autosufficienza materiale.
L’apostolo Paolo ha definito quella condizione che l’uomo deve raggiungere per essere davvero autosufficiente spiritualmente.  È la condizione in cui un uomo si è guadagnato il diritto di avere il Vangelo scritto “non con inchiostro, ma con lo Spirito dell’Iddio vivente; non su tavole di pietra, ma su tavole che son cuori di carne”.
Sono convinto che tutti noi possiamo seguire e mettere in pratica nella nostra vita l’invito ispirato che ci è stato rivolto di “portarGli un amico”.
La fede è un grandioso potere positivo che può sollevarci al di sopra delle nubi della preoccupazione e che ci aiuta a essere guariti in Cristo.
Molti fedeli stanno anche usando i social media per invitare amici e parenti non appartenenti alla Chiesa a riunioni per la partenza e il ritorno dalla missione, battesimi, feste di rione, benedizioni di neonati, Conferenze generali e altri eventi della Chiesa in modo naturale e affettuoso.
Nella Sua misericordia, il Signore ha stabilito che i Suoi figli debbano cooperare, aiutandosi a vicenda, per riuscire a vivere la legge del Vangelo.
Posso esprimere l’amore che provo per il Salvatore, che è la fonte della mia gioia, condividendo il Vangelo con gli altri. L’amore deve sempre essere la ragione alla base dell’opera missionaria.
A prescindere dall’incarico per il quale siamo messi a parte, o dall’ufficio nel sacerdozio al quale siamo ordinati, la “vera chiamata” per ognuno di noi è predicare il Vangelo.
L'anziano Dyches suggerisce quattro obiettivi da includere nella nostra vita riguardo al desiderio di condividere il Vangelo.