Le benedizioni della legge della decima

    Messaggio dei dirigenti di area

    Anziano Gary B. Sabin
    Anziano Gary B. Sabin Presidente dell’Area Europa

    Molti anni fa, quando era presidente di palo, il presidente Gordon B. Hinckley intervistò un uomo per la raccomandazione per il tempio. Quando il presidente Hinckley chiese all’uomo se stesse pagando una decima onesta, questi candidamente rispose di no, poiché aveva troppi debiti. Il presidente Hinckley si sentì ispirato a dirgli che non sarebbe stato in grado di estinguere i suoi debiti finché non avesse pagato la decima.

    In seguito, quell’uomo disse al presidente Hinckley che negli anni che seguirono, per quanto si sforzasse, non riusciva a ridurre l’ammontare del suo debito. Alla fine, lui e la moglie decisero di mettere alla prova la promessa del Signore. L’uomo riferì: “In un modo che non riusciamo a comprendere, il Signore ci ha benedetti. Non abbiamo sentito affatto la mancanza di ciò che Gli abbiamo dato, e per la prima volta in tanti anni stiamo riducendo l’ammontare del nostro debito”. Lui e la moglie poterono finalmente vivere entro i limiti delle proprie possibilità ma, cosa più importante, furono in grado di sentire la pace che deriva dal sapere che si sta mantenendo degnamente l’impegno preso con il Signore.[1]

    Come nuovo vescovo, anche io ebbi l’occasione di consigliare un membro in merito alla decima. Un nuovo convertito mi si avvicinò con un grave dilemma: non aveva denaro a sufficienza per pagare le tasse sul reddito e la decima. Chiesi semplicemente: “Credi che il Vangelo sia vero?”. Lui disse di sì e poi arrivò velocemente alla conclusione che la sua testimonianza, appena espressa, era la sua risposta. Alcune settimane dopo mi avvicinò di nuovo per raccontarmi che il suo commercialista aveva commesso un errore nel calcolare le tasse, dimenticando di applicare alcuni sgravi fiscali. La somma dovuta per le tasse si era ridotta di una cifra più alta della decima che aveva pagato. Io credo che la fede di questo bravo fratello smosse i cieli perché ispirassero il suo commercialista a prendere in considerazione quella nuova idea, un’illuminazione che credo non sarebbe arrivata altrimenti. 

    Noi paghiamo la decima più con la fede che con il denaro. Dio è più interessato alla nostra obbedienza e all’effetto che dichiarare di pagare una decima onesta ha sulla nostra anima, piuttosto che alla cifra che paghiamo. Pagare la decima dimostra che abbiamo fiducia in Dio e nelle Sue promesse. Non possiamo essere come l’uomo che sedeva di fronte al fuoco e diceva: “Dammi calore e ti darò legna”. Moroni ha insegnato: “Non riceverete alcuna testimonianza se non dopo aver dato prova della vostra fede”. [2]

    Il Vangelo non segue la logica umana. Considerate questi principi: “gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi”,[3] “i deboli confonderanno i saggi”,[4] “chi avrà perduto la sua vita per cagion mia, la troverà”[5] e “più felice cosa è il dare che il ricevere”.[6] In nessun luogo questo paradosso spirituale è più evidente che per quanto riguarda la legge della decima, poiché davvero abbiamo di più quando diamo di più. Questo perché le vie dell’uomo non sono le vie di Dio e Dio è al timone.

    La decima non è mai un fardello, ma è invece una benedizione poiché stiamo sempre meglio con il Signore come nostro compagno che da soli. La decima sblocca la sicurezza spirituale che rende possibile una miriade di altre benedizioni come la sensibilità spirituale, la gratitudine e la carità. In breve, l’obbedienza alla legge della decima fornisce protezione temporale e pace spirituale man mano che la nostra sicurezza davanti a Dio si rafforza.[7]

    Aggiungerei inoltre che, in base alla mia esperienza, anche pagare una generosa offerta di digiuno porta benedizioni meravigliose. Non ci mancherà nulla se saremo generosi sforzandoci di aiutare i meno fortunati, e il Signore sarà generoso con noi.        

    Dio è impaziente di aiutarci in tutti gli aspetti della nostra vita se obbediremo ai Suoi comandamenti, eserciteremo la fede e avremo fiducia nelle benedizioni che ci ha promesse.

     


    [1] Presidente Gordon B. Hinckley, La Stella ottobre 1982 

    [2] Ether 12:6

    [3] Matteo 20:16

    [4] Vedere Dottrina e Alleanze 133:58

    [5] Matteo 10:39

    [6] Atti 20:35

    [7] Vedere Dottrina e Alleanze 121:45