Salta navigazione principale

Una raccomandazione per tutti

Il presidente Gordon B. Hinckley disse: “Esorto i nostri fedeli di ogni dove […] a vivere in modo degno da detenere una raccomandazione per il tempio […] e a compiere uno sforzo più grande per andare alla casa del Signore […] Sono convinto che ogni uomo o donna che va al tempio con sincerità e con fede esca dalla casa del Signore essendo un uomo o una donna migliore. In tutti noi c’è la necessità di un costante miglioramento. Ogni tanto c’è anche la necessità di lasciare i rumori e i tumulti del mondo per entrare tra le mura di una sacra casa di Dio, per sentire il Suo Spirito in un ambiente di santità e di pace.

Se ogni [membro] di questa chiesa […] si qualificasse per detenere una raccomandazione per il tempio e poi andasse alla casa del Signore […] saremmo un popolo migliore. Tra noi vi sarebbe poca o nessuna infedeltà. Il divorzio sparirebbe quasi interamente. Tanti dolori sarebbero evitati. Vi sarebbe una maggior misura di pace, di amore e di felicità nelle nostre case. Vi sarebbero meno mogli e figli in lacrime. Vi sarebbe una maggiore misura di apprezzamento e di rispetto reciproco tra noi. E sono fiducioso che il Signore ci concederebbe più abbondantemente il Suo favore” (Gordon B. Hinckley, “Missioni, templi e ministero”, La Stella, gennaio 1996, 57).

La Stella

Tutti, dai 12 anni in su, sono invitati a prendere un appuntamento con il proprio vescovo/presidente di ramo per l'intervista per la raccomandazione per il tempio.

Autosufficienti_text1-612x340.png