Salta navigazione principale

Non persevereremo in una così grande causa?

Non persevereremo in una così grande causa?

Il Signore ha invitato tutti noi a venire a Lui e a far parte della Sua grande opera, per lavorare insieme in tutti gli incarichi all’interno della Chiesa, per “invitare tutti a venire a Cristo”.

Un’ondata di ottimismo cresce nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni tra tutti i dirigenti, i membri e i missionari. Siamo tutti uniti nell’aiutare il nostro Padre Celeste a “fare avverare l’immortalità e la vita eterna dell’uomo”, ovvero l’opera di salvezza.  C’è posto per chiunque voglia dare il proprio contributo, dai membri più recenti della Primaria a quelli più anziani tra i partecipanti alla riunione sacramentale. L’Area Europa ha appena goduto di una delle più grandi benedizioni che potessimo mai ricevere. In quest’area, l’Area Europa, a giugno 2013 hanno partecipato alla riunione sacramentale più persone rispetto a quanto mai accaduto prima: più di centomila!  Più persone tra di noi sono state elevate ed edificate dal prendere parte ai sacri emblemi della Cena del Signore, hanno rinnovato le alleanze eterne stipulate in prima persona con il nostro Padre Celeste e sono state più determinate a essere come Suo Figlio.  

Facciamo in modo di incrementare questo risultato per ottenere il futuro fulgore di speranza nelle nostre case, nei nostri rami e nei nostri rioni.  Grazie a tutto l’impegno che mettiamo nell’invitare gli altri, a prendere soprattutto parte al sacramento, la nostra riverenza e la comprensione personale dell’Espiazione si arricchiscono.  Il cuore spezzato riceverà guarigione e una dolce pace riempirà la nostra anima.  Durante il sacramento possiamo essere davvero vicini al Cielo.

“Che cosa ha a che fare l’Espiazione con [l’opera missionaria]?”, chiese il presidente Howard W. Hunter.  “Ogni volta che ci rendiamo conto delle benedizioni che l’Espiazione porta nella nostra vita, non possiamo fare a meno di preoccuparci dell’altrui benessere… Un grande indicatore della conversione personale è il desiderio di parlare del Vangelo con le persone”  (Presidente Howard W. Hunter, giugno 1994).

Come possiamo mantenere lo slancio?  Che cosa posso fare?  Ecco alcuni obiettivi semplici e tuttavia importanti che tutti i membri della Chiesa possono includere nella propria vita riguardo al desiderio di condividere il Vangelo.

  1. Durante la preghiera quotidiana chiedete un aiuto specifico nel condividere la vostra testimonianza del Vangelo. Sempre durante la preghiera meditate sull’amore che provate per il Salvatore.
  2. Quest’anno aiutate almeno una persona a partecipare alla riunione sacramentale.  Invitatela a “veni[re] e ved[ere]”. Qualcuno sta aspettando proprio il vostro invito e forse conoscete già questa persona!
  3. Invitate i missionari a insegnare almeno quattro volte a casa vostra ogni anno.  Se non lo avete già fatto, invitateli questa settimana.  Sarete piacevolmente appagati e confortati dal calore dello spirito del Vangelo che i Suoi veri messaggeri porteranno nella vostra casa.  Se non riescono a portare qualcuno a casa vostra, andate a insegnare insieme a loro.
  4. Assicuratevi che nessuno sia estraneo nella Chiesa.  Siate sempre un amico, sempre.  Presentatevi a tutti e stringete la mano a tutti quelli che non avete mai visto o di cui potete alleviare i fardelli.  Poi offrite il vostro aiuto.  Renderete luminosa la giornata a qualcuno e amplierete la vostra cerchia di amici.  Tutti hanno bisogno di più amici, tutti.
     

Non permettete mai allo scoraggiamento di farvi indietreggiare.  “Il coraggio non è sempre un ruggito. A volte il coraggio è quella piccola voce che alla fine della giornata vi dice: ‘Riproverò domani’” (Mary Anne Radmacher). Non arrendetevi, mai.

Se eserciteremo fede in questi quattro nostri impegni personali, la nostra fede crescerà e la nostra vita sarà benedetta.  L’anziano Jeffrey R. Holland ha detto: “La vera fede nel Signore Gesù Cristo è stata collegata all’offerta sacrificale, un piccolo dono a simbolo del Suo maestoso sacrificio” (ottobre 2002).

Rendo testimonianza del fatto che, a prescindere dal nostro sacrificio, a prescindere dalle nostre preoccupazioni, quando inviterete tutti a venire a Cristo scoprirete che il vostro giogo è sempre più facile da portare e il vostro fardello sempre più leggero.  Saprete cosa dire. Starete su suolo sacro, il Suo suolo, come Suoi servitori.

Non persevereremo in una così grande causa?