Grazie da chi soffre!

Un ringraziamento speciale a tutti i membri della Chiesa che anche quest'anno hanno risposto numerosi all'appello del Banco farmaceutico per aiutare nella raccolta di medicinali da donare a malati che non possono permetterseli.

Invitati dai loro dirigenti, 344 membri della Chiesa in tutta Italia (il 10% in più rispetto al 2016) hanno dedicato un sabato a servire in questa causa. 

Questo impegno, unito all'impegno di tanti altri volontari, ha permesso di raccogliere 370.000 confezioni di medicinali che serviranno ad aiutare circa 580.000 malati.

Un ringraziamento speciale è giunto direttamente dal dott. Paolo Gradnik, Presidente Fondazione Banco Farmaceutico onlus, il quale ha scritto alla Chiesa: "...scrivo per ringraziare personalmente, e a nome di tutti i collaboratori del Banco Farmaceutico, [...] la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni per l'attenzione che avete dimostrato verso di noi e per la dedizione con la quale partecipate alla Giornata di Raccolta del Farmaco ogni anno. [...] Il tempo che i volontari della Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli ultimi giorni hanno prestato gratuitamente perché la Giornata di Raccolta del Farmaco si potesse realizzare è stato prezioso. [...] Grazie ancora, grazie di cuore, per il vostro generoso aiuto".

La generosità dei membri della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e il tempo che dedicano quotidianamente a servire il prossimo sono una dimostrazione pratica di quanto professato in uno degli Articoli di Fede della Chiesa: "Noi crediamo nell'essere onesti, fedeli, casti, benevoli e virtuosi e nel fare il bene a tutti gli uomini. In verità possiamo dire di seguire l'ammonimento di Paolo: crediamo ogni cosa, speriamo ogni cosa, abbiamo sopportato molte cose e speriamo di essere in grado di sopportare ogni cosa. Se vi sono cose virtuose, amabili, di buona reputazione o degne di lode, queste sono le cose che noi ricerchiamo" (Articoli di Fede, 1:13).

I membri della Chiesa sono invitati a continuare a cercare quotidianamente occasioni di servizio a ogni livello.